Dnevni arhiv: 20. december, 2015


Libertà, violenza, tragedia. 85° anniversario delle vittime di Basovizza

Raoul Pupo

 

Basovizza, 1930. Un piccolo paese nel comune di Trieste, entrato nella memoria storica di due popoli, lo sloveno e l’italiano. Ottantacinque anni fa, all’alba del 6 settembre, un plotone di camice nere dava qui esecuzione alle sentenze di morte comminate poche ore prima dal tribunale speciale per la sicurezza dello stato, trasferito a Trieste per la prima, ma non per l’ultima volta. Del resto, anche al di fuori dei due grandi processi del ’30 e del ’41, altre severe condanne vennero comminate a danni di antifascisti di lingua slovena e croata dal medesimo tribunale speciale, organo politico del regime, la cui funzione specifica, al confine orientale, era quella di strumento di sostegno repressivo alla politica di snazionalizzazione: una politica – come già al tempo notarono altri antifascisti, quelli di Giustizia e Libertà – che poteva realizzarsi solo attraverso il terrore e la ferocia.